Dario Fociani

 

Lo stato attuale

È la sua indifferenza mentale
che percepisco e non comprendo.

Lei nega e dice che mi ama.
Io sembro un piccione in un mondo senza briciole di pane. 



added 15/9/2016

l'amore porta all'odio, l'odio all'amore

Il fardello mentale accompagna
l'uomo che cerca compagnia,
la solitudine è una realtà
tanto quanto la sensibilità
che è dono e tortura.

L'anima mi grida ricordi di giorni spensierati
e presenti d'altronde da vivere,
futuri da scontare,
come saresti felice se volessi esserlo?
Se le leggi conosciute fossero

applicate,
la barba ci pizzica, non possiamo essere saggi;
saremo qualcos'altro,
eppure l'ignavia di Roma è un vortice
e l'unica salvezza non ti vuole.

Il mondo è un lavandino aperto,
laviamo le mani di Dio,
sempre meglio di essere un bidet
disse il signor anziano
che morì felice il giorno dopo. 



added 15/9/2016

A moment

'You are hot' I said
'Are you cold?' she said
'a little' I said,
blowing my nose. 



added 9/9/2016

Nel purgatorio presente

Ho sognato l'umanità
partire dal punto più basso dell'inferno,
arrivare in paradiso
attraverso giri e gironi, cicli
di fuoco e di vento: 
l'evoluzione reincarnazione
del tempo 
come eterno Dante,
scalando. 



added 8/9/2016

Primo lunedì di settembre

Il canto dell'incertezza
si appoggia sulla mia pelle
come l'umidità di Roma,
il vanto della bellezza
ha il sapore del provincialismo,
lo stress di un colore rosso semaforo
si frappone fra me e l'acceleratore.

Oggi è una giornata come un infinito di altre,
nata da un culo pazzesco
cinque miliardi di anni fa
e l'uomo l'ha ribattezzata primo lunedì
di settembre, tutto ciò che succede
fuori dalla portata della nostra concezione
evidentemente non accade,

non disperate, 
una voce con le fattezze di un lume, ripete:
non disperate. 



added 5/9/2016