Dario Fociani

 

Per la pace, inserire retromarcia

C'è un giardino
fuori dalla tua testa,
le rose, i petali, le spine,
l'amore
è un governo e le coppie
i cittadini,
il mondo intelligente è anarchico,
eppure nell'illusione
della gelosia
si spinge il mondo intero,
lei ha il sorriso del mio primo incubo,
l'espressione divertita di mia madre,
c'è chi ama i propri fan
chi ne viene disgustato,
sarà da questa repulsione 
la mia difficolta nel considerarmi amato e innamorato?
Qualsiasi intelletto proverebbe vergogna
nella casistica: sette miliardi: a venir considerato un caso unico,
l'amore sincope simpatico mi suggerisce
di arrendermi al fato,
l'unico nemico è dentro di te (se tutto rimbalza)
l'unico nemico è dentro di te (se tutto rimbalza)
l'unico nemico è dentro di te. 



added 31/8/2016

Dovremmo?

L'esuberante mio rimanere,
scodinzolare al fato
è dovere di tutti,
l'attitudine alla ricchezza mentale
è un diritto di pochi,
l'amore è una barchetta di carta nel mare.

I led del modem mi ricordano
della connessione,
l'importanza della condivisione,
internet,
nonostante bislacche bistrattate opinioni,
ha un tocco di magico esistenziale. 

La solitudine dell'uomo alla finestra
windows
sul mondo reale,
la malinconia dell'uomo disadattato
senza valenza nella chimica del moderno odierno secolo.

"Io la amo" grida un disperato
dentro un telefono,
anima unicellulare dove sei?

Perché hai così tanta paura di dimostrare paura?
Perché tutti hanno così tanta paura?

Una bambina mi tira la maglietta:
"eppure dovremmo essere felici". 



added 23/8/2016

Aspettative

In alto
e
in basso,
l'uomo è cellula dell'universo
e
onda del tempo,
il male regge il bene
si alternano fino agli estremi
a mo' di pendolo,
la visione verticale delle cose,
appare inutile preoccuparsi,
il faro è davanti,
ho il sorriso ben stretto alla vela. 



added 20/8/2016

thinking to

Intelligence takes to loneliness.
god
alone God,
I wish you
the best
as a cell
wish the best for its body.

Above any love or suffering: you. 



added 9/8/2016

Contemporaneamente

Seeds of sight
growing on my eyes
deep brain roots
merge human body and wood,
loud voices talking about
childhood pains,
lives pass me the strain
as a clumpsy umbrella
for crazy cryed yells
which are keeping here raining
on us.
 
Il falso idolo tribale
del tuo stato mentale attuale,
la zingara sorride
guardando la tua carta astrale:
sapessi il volere degli déi
che faresti?
La gloria, il rispetto, l'indipendenza
da me,
la conoscenza del sé
ci inganna, disconoscersi nello specchio
sarà la nuova moda del tremila

l'allineamento chirurgico facciale
nell'aria una memoria trema,
una psicologa sotto stress si domanda
about ego and dinosaurs,
il triceratopo aveva un'anima senziente
e paura della morte?
Un medico volontario inventa la storia
del verme innamorato
fregandosene della validità scientifica
a un bambino che morirà di lì a poco. 

The end. 



added 8/8/2016