Dario Fociani

 

Tutti hanno le loro ragioni

Tutti hanno le loro ragioni?
Cambiano le esperienze,
gli impegni e le sintassi dei vari pensieri,
ieri non eri
e oggi ti svegli,
ma nulla si crea e il tempo non invecchia,
quindi non ha fretta,
ho visto mani asciugare capelli,
pettinare lacrime,
sorridere alle smorfie,
indignarsi davanti il sentore conservazionista
dell'uomo privilegiato
a corto di domande su se stesso. 



added 27/10/2016

tentativo fluttuante di niente

Sole in aferesi 
il rigiro della medaglia
non scintilla,
il nero che si sviluppa
è una reazione
o necessità, si chiede il bagnino caratteriale
sulle spiagge del malumore. 
Nel grosso compact disc
dell'universo,
giorno dopo giorno
scorre il laser del lettore tempo,
lo stupido che si chiede del senso,
il saggio che si chiede del senso,
si incontrano alle estremità del nesso.

Caino è la mia percezione, inganna
suo fratello realtà
sottoponendola ai regimi della mente,
alle decodificazioni
dell'impianto neurologico,
sembra che il fruttosio sia aumentato nel tempo
che le piante abbiano invogliato
gli animali a farsi digestire
per fecondare di feci inseminate
le terre, i parchi, le strade.

Intelligenza che prima della materia
hai reso coscienza a te stessa,
piegandoti su te medesima
e irrorando il campo delle informazioni
intergalattiche,
l'anima ha spiegazioni scientifiche,
il dvd dell'universo è in corso
e del libero arbitrio in dubbio,
scorgo l'uomo che al ragionamento semplice 
è avverso, il verso suona una tromba,
l'incontro. 



added 27/10/2016

My hi to I

I am an old soul,
many lives i had
yet I don't understand

but if one i got
is the futility of the world,
so I make myself a fool

to run over suicide clue,
"look for the beauty" they say "and I do" 
but some afternoons my mind dress blue. 



added 15/9/2016

Lo stato attuale

È la sua indifferenza mentale
che percepisco e non comprendo.

Lei nega e dice che mi ama.
Io sembro un piccione in un mondo senza briciole di pane. 



added 15/9/2016

l'amore porta all'odio, l'odio all'amore

Il fardello mentale accompagna
l'uomo che cerca compagnia,
la solitudine è una realtà
tanto quanto la sensibilità
che è dono e tortura.

L'anima mi grida ricordi di giorni spensierati
e presenti d'altronde da vivere,
futuri da scontare,
come saresti felice se volessi esserlo?
Se le leggi conosciute fossero

applicate,
la barba ci pizzica, non possiamo essere saggi;
saremo qualcos'altro,
eppure l'ignavia di Roma è un vortice
e l'unica salvezza non ti vuole.

Il mondo è un lavandino aperto,
laviamo le mani di Dio,
sempre meglio di essere un bidet
disse il signor anziano
che morì felice il giorno dopo. 



added 15/9/2016