Dario Fociani

tentativo fluttuante di niente

Sole in aferesi 
il rigiro della medaglia
non scintilla,
il nero che si sviluppa
è una reazione
o necessità, si chiede il bagnino caratteriale
sulle spiagge del malumore. 
Nel grosso compact disc
dell'universo,
giorno dopo giorno
scorre il laser del lettore tempo,
lo stupido che si chiede del senso,
il saggio che si chiede del senso,
si incontrano alle estremità del nesso.

Caino è la mia percezione, inganna
suo fratello realtà
sottoponendola ai regimi della mente,
alle decodificazioni
dell'impianto neurologico,
sembra che il fruttosio sia aumentato nel tempo
che le piante abbiano invogliato
gli animali a farsi digestire
per fecondare di feci inseminate
le terre, i parchi, le strade.

Intelligenza che prima della materia
hai reso coscienza a te stessa,
piegandoti su te medesima
e irrorando il campo delle informazioni
intergalattiche,
l'anima ha spiegazioni scientifiche,
il dvd dell'universo è in corso
e del libero arbitrio in dubbio,
scorgo l'uomo che al ragionamento semplice 
è avverso, il verso suona una tromba,
l'incontro. 



added