Giulio Malcangi

 

Tetris

I secondi,
cadono dal cielo,
mattoncini pesanti
s'incastrano
dianoetici
l'uno nell'altro
in successione.
Forme diverse:
di convincimenti,
d'opinioni, di ricordi,
d'idee, di concetti,
di propositi
e di spiriti
s'ammassano
troppo velocemente.
Superano il limite.
Game over.
Afferro la luna
fredda,
che gettone,
fa ripartire il gioco.



added 23/11/2015

Come stai?


Come stai?
Le foglie gialle.
La fredda corteccia.
Un albero invecchia,
colorando la breccia.
Mozziconi
calpestati.
Lontani due Stati.
Come due anime,
sole
e indifferenti.
Il sole tramonta,
il freddo si spalma
su una fetta
di pane e cielo.
Il gelo
non conta
se so che stai bene.
Tu,
che forse sei
solo una mia proiezione,
o forse Tu,
che metti
sempre il mio petto
in azione.
Come stai?
Mentre respiri,
ti pizzica il naso,
e poi ti giri
a guardare.
L'orizzonte non basta,
poiché la distanza
non colmerebbe
una parte
della nostra lontananza.
Come stai?
Io così così.



added 8/11/2015

E poi...

Scende la notte,
chiude sbattendo
la portafinestra,
non credo per la corrente,
piuttosto per la rabbia.

E poi scende la calma,
che è più noia:
provinciale.
Anche le stelle
giocano
a Tresette, qui.

E poi scende il freddo,
che è più umidità,
pure la pioggia
sbaglia i congiuntivi, qui.

E poi scende la speranza,
come un bolo
di gherigli di noci dure,
giú per l'esofago.
Anche la pace provoca 
acidità, qui.

E poi scendo io,
le scale,
esco,
ripenso a tutto,
confuso sorrido,
percorrendo Brick Lane:

era solo un brutto incubo.



added 7/10/2015

Prosa per far ridere una del Dams appena conosciuta

Titolo: quattro anni e tre mesi di reclusione.

C'era una volta un Re.
C'era due volte un Re.
C'era tre volte un Re.
Era un Re-cidivo.

Lei se ne va.



added 14/9/2015

La birra e l'oleandro

Sinonimi e contrari
danzano.
Ti trovo-Non ti trovo.
Ti vedo-Non ti vedo.
Ti sento-Non ti sento.
Eccoti.

Le stelle ci guardano:
lampadine,
alcune rotte,
cadono,
sul tetto nero,
come la notte.

Un oleandro s'addormenta,
una birra schiuma,
toccata da un piede.
Ma il primo passo?
Magari dopo,
magari fallo tu.

Sinonimi e contrari
danzano.
Sicuri-Insicuri.
Decisi-Indecisi.
Chiari-Scuri
i nostri visi.

Un abbraccio protegge,
un bacio astrae.
Un sorriso disegna
una bolla senza spazio
che vola via
da tutto e tutti
in un istante senza tempo.

Buonanotte-Buongiorno.



added 18/8/2015