Giulio Malcangi

Ironia della sorte

Capita che
e caspita che
casualità:
ecco la sorte.
Poi si riaprono le porte
e rieccola lì:
una daga trafigge
il cuor trafitto,
ormai fondina per coltelli.
Sorride:
ecco l'ironia.
Morir farebbe meno male.
Ma solo il male non fa mai morire.
Bene trionfa! Ti prego.
"Lancia una moneta".
Testa o croce?
Pozzanghera. 



added