Dario Fociani

 

vacuum

ho chiuso il cellulare in un
pacchetto sottovuoto 
e ho cominciato a fare foto
sono andato su internet sottovuoto
ho letto una poesia di charles simic
e una di allen ginsberg sottovuoto,
ho ascoltato musica elettronica,
ho guardato un porno,
ho chiamato su skype un amico di melbourne,

sono sottovuoto, sottosopra, galleggio
su una massa di molecole infinita
attraverso la strada temporale indefinita,
il telefono mi guarda da un'altra galassia,
"io sono, dove non c'è aria"
la solitudine è una brutta cosa
"la solitudine è una bella cosa"
cambiamenti di umore in base alla giornata
e nozioni basiche di quantistica

chissà se sono sempre la stessa persona;
a parte i pensieri simili e le emozioni differenti
ma la vibrazione sottovuoto del telefono
che squarcia dimensioni ormai latenti,
mi riporta all'idea dell'incomprensione perpetua
che c'è fra le persone e della condivisione
d'aria, rispondo e un uomo sottovuoto australiano
mi chiede se ricordo (sottovoce)
una memoria sottovuoto di anni fa.





added 18/9/2017

Il sistema #1

Un giorno, fra un po' di tempo,

fra tanto tempo,

tutti i lenti giorni della tua vita saranno

mezza pagina di un libro di storia,

due minuti di lettura,

il pomeriggio svogliato di un sistema

scolastico da brivido,

il mondo è un'azienda, il mondo

è un'azienda formata male,

il tempo è lento e veloce al passo dello spettatore,

che rapidità il pomeriggio della rivoluzione francese,

l'otto a scuola, ho capito solo più tardi,

era uno sberleffo ad ogni memoria.



added 14/9/2017

oroscopo alla nazione

il sensibile spaccone
cadeva sotto le grinfie
dell'autolesionismo
nel raccordo anulare
della paranoia e in tondo e in tondo
e in tondo e in tondo
il politico poetico gradasso
urlò seguendo la punteggiatura
di un libro ermetico

le dinamiche e lo stato
il sistema e le sue conclusioni
sbattono contro il "tutto si 
risolverebbe senza corruzioni"
e che si attenui l'omicidio
e si penalizzi la collusione
se collisione generale
fa frutto a un frutto peggiore

le leggi si dovrebbero adeguare
alla realtà e la realtà alla legge
ma se la realtà alla legge non
si adegua, bisognerebbe trovare
un sistema meno legato al sistema
e più alla coerenza meno all'apparenza
piuttosto che alla sacralità del dogma tabù
non far gli altri quel che non vorresti fosse fatto tu
non capisci niente dice una mamma al figlio



added 24/8/2017

mannaggia li pescetti

Altri gli altri troppo tardi
invecchiano mentre io cresco,
il loro freno a mano mentale
"resto e aspetto presto
il deperimento naturale",
l'uomo che non scende
non sale,
l'uomo che vile vale e
chi vale avvisa nel mondo confusione,
hey la depressione, hai la depressione
ma da quanto tempo non vai al mare?
Il futuro è fantastico e le cose vanno
come devono andare,
coscienze riprendono il tempo
del tango molecolare,
bivalenze fotoniche da applicare
ai sistemi reali:l'entanglement elegantemente
non spieghiamolo al telegiornale,
la densa condensa dello show business,

ci hanno venduto le sigarette, il vecchio ride,
neonato piange, bambino sorride,
ci hanno venduto le sigarette,
passatempo della noia che ci accompagna,
sanno dove colpire su questa battaglia navale temporale,
loro leggono le coordinate,

il mondo va come deve andare.



added 4/8/2017

Via Piave / Alpha Centauri

Il mondo si compone solo
negli occhi di chi guarda
e la canna è fatta bene
se fatto bene è il filtro, 
le fondamenta dell'attimo lisergico,
l'universo visto dalle iridi dell'universo
vi sembrerebbe
completamente unito
o
completamente scomposto,
molecole e molecole e molecole 
che si rompono e ricompongono,
mi ha detto un signore
che le pupille degli abitanti di Alpha Centauri
sono bianche e che loro se potessero vederci
ci vedrebbero verdi, fosforescenti.
Io nel Faro emano fotoni e bevo caffè,
la clientela attraccando, contro attaccando:
"siediti bene" dice una mamma a un figlio,
come se servisse veramente a qualcosa.



added 7/7/2017