Giulio Malcangi

Ho conosciuto un panettiere innamorato

All'ombra della notte
lavora un panettiere,
con le "bicciche" agli occhi,,
e con esse
cisposa è l'anima:
assonnata,
al chiaror di luna.
Lacrima di sudore
sul "biccico" della camicia,
tessuta ad Arezzo,
dai Cinesi.
Lui l'ama. 
Più che mai.
Ma lei è lontana
da sempre.
E l'impasto non riesce,
la tigella non cresce.
L'amor non lievita
e lei,
sempre più lontana,
pela zucchine
in un ristorante di Perpignano.
Sgonfiando i polmoni,
d'un bravo espiro,
ricomincia l'impasto,
con più attenzione.
Ma nemmeno allora
riuscirà.
La tigella non crescerà.
L'amor non lieviterà.
Magari
era la ricetta
ad essere sbagliata.



added